Finanziamento auto con cessione del quinto

L’acquisto di una nuova automobile può avvenire utilizzando vari strumenti, tra cui il finanziamento auto con la cessione del quinto dello stipendio. Ma ricordiamo che cos’è la cessione del quinto. È una particolare forma di finanziamento a tasso fisso, la cui rata da rimborsare è pari ad un quinto dello stipendio mensile del lavoratore.

La comodità di questo finanziamento sta proprio nel fatto che la rata viene direttamente prelevata dallo stipendio mensile del lavoratore pubblico o privato e non dal conto corrente ed il suo valore è pari al 20% di tale importo. Inizialmente era attivabile solo per i lavoratori con contratto a tempo indeterminato; ora invece è accessibile anche a chi ha un lavoro a tempo determinato, con il solo limite della durata che non deve essere superiore alla scadenza prevista del contratto di lavoro.

Rispetto agli altri strumenti, il finanziamento auto con la cessione del quinto possiede dei vantaggi molto importanti sia per chi lo chiede, che per l’istituto finanziario che lo eroga. Il cliente avrà la possibilità di ricevere in tempi brevi la somma richiesta per l’acquisto dell’auto dei suoi sogni, senza dover attendere tempi di istruttoria lunghi che caratterizzano i principali strumenti di finanziamento. Mentre per la banca che eroga il finanziamento, le garanzie di rientro sono elevate proprio per il fatto di essere legato allo stipendio che viene versato mensilmente dal datore di lavoro. Quest’ultimo provvederà ogni mese a trattenere l’importo della rata e versarla alla banca o alla finanziaria erogatrice.

Una volta scelta l’auto, il cliente non dovrà fare altro che andare nella propria banca o contattare un consulente finanziario e far partire l’iter per l’erogazione del denaro. Dopo aver fornito tutta la documentazione, la somma richiesta viene consegnata al cliente che potrà così acquistare l’auto dei suoi sogni.

Documentazione preliminare per richiedere la cessione del quinto:

  • Certificato di stipendio o attestato di servizio / dichiarazione di quota cedibile (da esibire nei casi di cessione quinto pensione);
  • Documento d’Identità;
  • Codice fiscale / tessera sanitaria;
  • Ultima busta paga / cedolino pensione / Obis M;
  • CUD ultimo anno.

Per l’attivazione del finanziamento è obbligatorio stipulare una polizza sulla vita e rischio di perdita dell’impiego, proprio per tutelare l’eventualità di un non ritorno del prestito. In entrambi i casi, non saranno i familiari a rimborsare l’ammontare, ma l’azienda assicuratrice.

Come evidenziato, il finanziamento auto con cessione del quinto è una ottima alternativa agli altri strumenti finanziari per richiedere un prestito, una soluzione che garantisce denaro in tempi brevi e un rimborso facile della somma richiesta.

NEWS CORRELATE

Banca IFIS, il CDA approva il progetto di bilancio 2019 e propone un dividendo in crescita a 1,10 euro ad azione

Roma, 12 marzo 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS, riunitosi oggi sotto la presidenza di Ernesto Fürstenberg Fassio, ha approvato il progetto di bilancio 2019 che, recependo i risultati preliminari al 31 dicembre 2019 già approvati dal Consiglio e resi noti al mercato l’11 febbraio scorso, registra un utile netto d’esercizio di … Continued

Cos’è e come funziona il rinnovo della cessione del quinto?

Il rinnovo cessione del quinto è un’interessante opportunità per chi ha già usufruito di un prestito mediante cessione del quinto. Se già conosci questa modalità di prestito e hai un finanziamento attivo, infatti, ti sarà utile sapere che, nel caso ne avessi bisogno, potrai rinnovare la tua cessione del quinto e ottenere nuova liquidità. Non … Continued

Banca IFIS: il CDA approva i risultati preliminari 2019

Mestre (Venezia), 11 febbraio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS, presieduto dal Vicepresidente dott. Ernesto Fürstenberg Fassio, ha approvato oggi i risultati preliminari relativi all’esercizio 2019. Il 12 marzo 2020 verrà approvato il progetto di bilancio 2019. «Banca IFIS è una banca profittevole e ben capitalizzata, con un patrimonio netto di 1,5 … Continued

Banca IFIS: Piano industriale triennale. Nel 2022 utile netto a 147 milioni di euro con significativa crescita dei business “core” e riduzione della componente straordinaria. Investimenti per 60 milioni di euro e 190 nuove assunzioni.

Banca IFIS: Piano industriale triennale. Nel 2022 utile netto a 147 milioni di euro con significativa crescita dei business “core” e riduzione della componente straordinaria. Investimenti per 60 milioni di euro e 190 nuove assunzioni.   Milano, 14 gennaio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS presieduto dal Vicepresidente dott. Ernesto Fürstenberg Fassio … Continued

Adesione Gruppo IVA 1° gennaio 2020

Capitalfin S.p.A. e le società del Gruppo Banca IFIS interessate hanno aderito al regime del Gruppo IVA. Il Gruppo IVA sarà efficace a partire dal 1° gennaio 2020 con partita IVA numero 04570150278 e sarà composto dalle seguenti società:         Banca Ifis S.p.A. Ifis NPL S.p.A. Ifis Rental Services S.r.l. Credifarma S.p.A. … Continued

Gruppo Banca IFIS: nei nove mesi utile netto a 84 milioni di euro. Cresce la raccolta retail. CET1 a 11,10%

Mestre (Venezia), 7 novembre 2019 – Il Consiglio di Amministrazione di Banca IFIS, riunitosi oggi sotto la presidenza di Sebastien Egon Fürstenberg, ha approvato i risultati relativi ai primi nove mesi del 2019. «Questi nove mesi del 2019 si chiudono con un risultato della gestione finanziaria che rispecchia il buon equilibrio del business model della … Continued

Apri la chat
Scrivici
Ciao! Come posso aiutarti?

Ai sensi della normativa privacy, ti informiamo che i dati personali da te forniti saranno trattati e conservati per il solo tempo necessario a fornire l’assistenza da te richiesta.
Powered by